Germania

Regione pilota - Germania

Regione pilota

Germania

La Germania rientra nella fascia climatica temperata e piovosa delle medie latitudini. La maggior parte del Paese ha un clima moderatamente continentale, caratterizzato da inverni freddi con temperature intorno a 0 °C o leggermente superiori, ed estati calde che raggiungono i 23/26 °C in luglio e agosto. Le aree settentrionali come Brema, Amburgo, Lubecca, Rostock e Kiel sono leggermente più miti, ma ricevono più pioggia e vento a causa dell'influenza dell'Oceano Atlantico. Storicamente, le precipitazioni in Germania sono state moderate e distribuite uniformemente nel corso dell'anno, anche se la situazione sta cambiando. Nel 2022, il caldo estivo è stato eccessivo e le piogge insufficienti, mentre si prevedono forti precipitazioni autunnali.

Le precipitazioni variano da regione a regione: Le pianure di Berlino e Lipsia ricevono 530-550 mm all'anno, le pianure centro-meridionali (Francoforte, Norimberga) registrano circa 600 mm, le aree nord-occidentali affacciate sul Mare del Nord (Amburgo, Kiel) ricevono 700-750 mm, mentre la Renania-Vestfalia (Colonia, Düsseldorf) registra 750-850 mm, con un picco di 1.150 mm in prossimità delle colline (Wuppertal). La Baviera (Monaco) riceve circa 950 mm, con oltre 1.500 mm nelle regioni montuose come il massiccio dell'Harz e le Alpi.

Il sole è relativamente scarso. Le aree nord-occidentali (Amburgo, Renania Settentrionale-Vestfalia) vedono circa 1.600 ore di sole all'anno, poco più di 1.700 ore nel nord-est (Berlino), mentre la costa baltica (Rostock), il sud-ovest (Francoforte, Friburgo) e la Baviera (Monaco) ricevono circa 1.800-1.850 ore. La maggior parte della Germania presenta terreni temperati di colore marrone e marrone intenso. I terreni più fertili si sviluppano sul loess degli altopiani della Germania centrale, della pianura di Magdeburgo, del bacino della Turingia, della valle del Reno e dell'avampaese alpino. Questi terreni vanno dal nero al marrone altamente fertile e sono utilizzati prevalentemente per la coltivazione. Le pianure settentrionali hanno terreni sabbiosi e argillosi e podzoli marroni, con lisciviazione dovuta alla deforestazione e al pascolo. La costa nord-occidentale del Mare del Nord presenta aree sabbiose e paludose adatte al pascolo e alle colture.

Il cambiamento climatico porta a una diminuzione del contenuto di carbonio nel suolo e influenza la capacità di immagazzinamento dell'acqua. L'alterazione del bilancio idrico dovuta all'aumento delle temperature, alla riduzione delle precipitazioni estive e a prolungati periodi di siccità potrebbe ridurre significativamente le rese in agricoltura e silvicoltura e avere un impatto sulla formazione delle acque sotterranee.



© WIP Munich 2023
This project has received funding from the European Union’s Horizon Europe research and innovation programme under grant agreement No 101114608. The information and views set out in this report are those of the author(s) and do not necessarily reflect the official opinion of the European Union. Neither the European Union institutions and bodies nor any person acting on their behalf may be held responsible for the use which may be made of the information contained therein.


Vi chiediamo di acconsentire all'utilizzo di cookie e strumenti di analisi per la valutazione anonima dell'utilizzo del nostro sito web, in modo da rendere la visita al nostro sito il più confortevole possibile e migliorare ulteriormente la nostra offerta.

Potete trovare maggiori informazioni nella nostra Privacy Policy.

Modifica impostazioni

È possibile disattivare i seguenti strumenti di tracciamento opzionali:

cookie (di sessione) necessari per il funzionamento del sito web
Matomo Servizio di analisi web
Youtube Servizio Video Player

indietro